3D ART Revolution | la stampa 3D
Eco Fabbrica 3D cittadina - 3D Printing Factory - Servizi di prototipazione rapida e produzione in serie di oggetti tramite stampante 3D Made in Italy
15465
page,page-id-15465,page-child,parent-pageid-15257,page-template-default,ajax_fade,page_not_loaded,,qode-title-hidden,vss_responsive_adv,qode-theme-ver-7.7,wpb-js-composer js-comp-ver-4.7.4,vc_responsive

Schermata 2016-01-11 alle 19.14.18.                   

3D ART Revolution offre ai suoi clienti i migliori servizi per chiunque voglia abbracciare la rivoluzionaria tecnologia della stampa 3D. Con la plastica, il legno, l’ argilla è possibile spaziare in ogni settore, dall’ architettura al medicale, dal design all’artigianato.

.

Le stampanti 3d sono infatti dispositivi in grado di realizzare qualsiasi modello tridimensionale mediante un processo di produzione additiva, ovvero partendo da un oggetto disegnato tramite software e replicandolo nel mondo reale con l’ausilio di appositi materiali. La procedura prevede solitamente il posizionamento di uno strato sopra l’altro, procedendo per sezioni trasversali. La quarta rivoluzione industriale è rappresentata dalle odierne  stampanti 3D. Il loro compito non è più quello di imprimere un’immagine o un testo su un materiale piano, bensì di dar vita a qualsiasi oggetto in tre dimensioni. Non si crea superficie, ma volume: ed è in questo la rivoluzione.

La stampa 3D è molto di più di una stampa è un nuovo modo di creare oggetti reali. Ogni stampante 3D, anche la più piccola, è – di fatto – una fabbrica in miniatura che permette a ognuno di trasformare le proprie idee in realtà. Così i negozi che hanno già aperto a Londra, Berlino, Vienna e New York si sono dovuti adeguare rapidamente per soddisfare una richiesta molto diversa dalle loro previsioni: non solo architetti e designer, ma ortopedici che stampano in 3D le tac dei pazienti, ingeneri che hanno bisogno di componenti per testare i loro progetti e aspiranti imprenditori che vogliono prototipi per realizzare rapidamente le proprie idee. A quanto pare, con i giusti mezzi, l’umanità possiede capacità creative illimitate e, da questo punto di vista, poche nazioni possono competere con l’inventiva e l’immaginazione italiana. Infatti l’Italia si sta trasformando in uno dei principali «hub» della stampa 3D mondiale. Secondo 3DHubs, il più diffuso social network per chi stampa in 3D, Milano vanta la community più numerosa al mondo, davanti a New York.

.

MIX4

.

.

La stampa 3D è molto di più di una stampa, è un nuovo modo di creare oggetti reali. Ogni stampante 3D, anche la più piccola, è – di fatto – una fabbrica in miniatura che permette a ognuno di trasformare le proprie idee in realtà. 3D ART Revolution utilizza stampanti 3D professionali WASP (50 micron di definizione e dimensioni dell’ oggetto fino a 60×100 cm), le stampanti 3D FDM più veloci al mondo, per riuscire a soddisfare una richiesta molto diversa dalle previsioni: non solo architetti, designer e merchandiser, ma ortopedici che stampano in 3D le tac dei pazienti, ingeneri che hanno bisogno di componenti per testare i loro progetti e aspiranti imprenditori che vogliono prototipi per realizzare rapidamente le proprie idee. A quanto pare, con i giusti mezzi, l’umanità possiede capacità creative illimitate e, da questo punto di vista, poche nazioni possono competere con l’inventiva e l’immaginazione italiana.

.

Secondo il Wohlers Report l’industria della manifattura additiva è in pieno boom. Nuove possibilità in ogni settore, e in molti campi il nostro Paese è all’avanguardia. La stampa 3D sta diventando un modo per fare qualsiasi cosa. Non esiste settore industriale o professionale che non possa beneficiarne, riducendo i costi e incrementando la produttività, riducendo i tempi del ciclo produttivo. Paradossalmente è proprio in questo momento di crisi globale, e in particolare italiana, che i benefici della stampa 3D stanno diventando più evidenti, giustificando un investimento limitato per far ripartire la produzione e la produttività.

.

Un’industria da 4 miliardi Nei prossimi anni potrebbe quindi profilarsi un nuovo miracolo industriale. Il Wohlers Report 2014 calcola che l’industria della stampa 3D, includendo macchinari, servizi, materiali, laser e aggiornamenti software valga oggi 4,05 miliardi di dollari, dopo una crescita del 45%, il tasso più elevato degli ultimi 17 anni.

.

Si punta al 3% della manifattura globale. “Siamo convinti che la crescita continuerà per il prossimo futuro e che sarà sempre più legata alla produzione di prodotti finali”, spiega al Corriere Terry Wohlers, Presidente di Wohlers Associates, tra le prime società a offrire servizi di analisi specifici per l’industria della manifattura additiva. “Stiamo seguendo questo trend da più di 10 anni ed è un’opportunità molto più importante in termini di volume d’affari rispetto al già consolidato trend della prototipazione rapida. Inoltre le aziende che stanno implementando le tecnologie di stampa 3D stanno mostrando un fortissimo ‘appetito’ per i componenti che poi vengono usati nei prodotti finali in attori come quello aerospaziale, medico, dentale e persino in alcune aziende che producono beni di consumo. Se la stampa 3D arrivasse a valere solo il 3% della manifattura globale staremmo parlando di un giro d’affari di 300 miliardi di dollari e molti sono convinti che succederà”.

.

Il caso italiano. In Italia l’utilizzo delle tecnologie di stampa 3D è già molto radicato. “Alla fine del 2013 c’erano 66.702 stampanti 3D industriali, cioè macchine da più di 5.000 dollari, nel mondo e il 3,5% di queste, cioè 2.334 erano in Italia”, rivela Wohlers. Il nostro Paese si trova in una situazione ibrida, perché da una parte le nazioni che possono beneficare maggiormente dall’implementazione di queste tecnologie sono quelle tecnologicamente più avanzate, come gran parte dell’Europa, il Nord America ma anche alcune parti dell’Asia, dell’Africa e del Sud America. Dall’altra i Paesi che vivono la maggior crescita legata alla stampa 3D sono quelli meno sviluppati e più isolati, che possono immediatamente produrre localmente anche oggetti complessi senza incorrere in costi e tempi di trasporto.

.

DELTA3mt

.

*Con DeltaWASP 3MT i progetti dei tuoi clienti diventano realtà: una macchina multi-tools per creare oggetti in piena libertà. Con questa versatile stampante 3D produrrai facilmente tutto quello che vorrai in breve tempo. Tre incredibili TOOLS in una Stampante alta 3 metri. Tutto ciò che serve  per trasformare le idee in prodotti.on DeltaWASP 3MT i progetti dei tuoi clienti diventano realtà: una macchina multi-tools per creare oggetti in piena libertà. Con questa versatile stampante 3D produrrai facilmente tutto quello che vorrai in breve tempo. Tre incredibili TOOLS in una Stampante alta 3 metri. Tutto ciò che serve  per trasfo.

.

I designer al lavoro. La produzione industriale italiana altamente specializzata ha fatto suoi questi strumenti dai primi Anni ’90 soprattutto nel settore automobilistico, aeronautico e orafo. La riduzione dei costi dei macchinari sta ora aprendo le porte al mondo del design, in una relazione mutualmente benefica, visto che sono proprio i designer a spingere i limiti e le possibilità di questo nuovo sistema produttivo. L’adozione degli strumenti digitali nella produzione artigianale è un’ulteriore frontiera da esplorare in cui l’Italia può ricoprire un ruolo di primissimo piano e, come vedremo in seguito, anche questa fase è già avviata.

.

I 5 punti vincenti. La testata americana Forbes ha recentemente dedicato un articolo proprio ai vantaggi diretti della manifattura additiva, descritti così da Michael Hripko di America Makes: “La stampa 3D è competitiva perché si eliminano i costi di logistica, di magazzino e di trasporto. Inoltre offre la massima flessibilità”. In generale Hripko ha elencato cinque punti che rendono la stampa 3D una tecnologia rivoluzionaria: l’utilizzo efficiente delle risorse, la possibilità di produrre singoli oggetti e piccole serie, la possibilità di passare rapidamente da idea o oggetto finito, la possibilità di creare oggetti “on demand” semplificando la catena di approvvigionamento e la logistica, la possibilità di effettuare, combinandola con i sistemi di scansione 3D, operazioni di reverse engineering per replicare componenti non più in produzione. Tutti questi fattori garantiscono alla stampa 3D un futuro brillante sul fronte industriale, trainata anche da un altro settore che sta nascendo e vivendo una fase di boom incredibile: quello della stampa 3D per i consumatori.

.

FDM e DWS, eccellenza nostrana. 3D ART Revolution è orgogliosa di essere Rivenditore ufficial eWasp, azienda leader  italiana sviluppatrice e produttrice di stampanti 3D.  Tra i suoi tanti successi ricordiamo la linea Delta WASP, con il modello 20×40 premiato come stampante FDM più veloce al mondo. Disponiamo  diversi modelli di stampanti 3D FDM e DDP, ognuna con caratteristiche diverse specifiche per determinati business. Oltre a distinguersi in base al formato di stampa, ossia la superficie dell’ area possibile di stampa, le stampanti possono realizzare oggetti con diverse tipologie di materiali, ovviamente brendizzati 3D ART. Parliamo di plastiche come PLA, ABS, Nylon, polimeri speciali come CARBON (fidra di carbonio), LAYWOOD (legno), materiali argillosi (argilla, porcellana, altri).

Schermata 2016-01-17 alle 23.16.15

.